Invorio 24 gennaio 2014

Salve, sono Vittorio Stellini, Presidente dell’Associazione Cuochi di Novara e VCO. Voglio salutare un amico per l’ultima volta. Ciao Federico, sono qui perché voglio porgere le più sentite condoglianze alla tua famiglia, alla compagna di una vita, a tuo figlio Simone , anche lui nostro socio e collega. Sono qui a salutarti a nome di tutta l’Associazione Cuochi Alto e Basso Novarese e VCO, nonché dell’Unione Regionale Cuochi Piemontesi e della Federazione Cuochi Nazionale che tu hai potuto conoscere 2 anni fa a Roma, nell’occasione in cui ti è stato consegnato il Collegium Cocorum, onorificenza al merito della professione. Il premio più importante che la Federazione consegna ai propi associati, dopo un lungo curriculum professionale. Un premio a cui tenevi e che giustamente ti è stato consegnato. In Campidoglio, in una manifestazione molto bella , una bella giornata e come tu stesso mi avevi raccontato, ti era piaciuta molto. Dopo una vita piena di sacrifici, di molto lavoro e impegno, forse è stato l’unico riconoscimento, l’unica testimonianza del valore che ha il nostro mestiere e di come lo si fa, di come lo hai fatto. Caro Federico, noi non abbiamo avuto molto tempo per frequentarci ma è stato sufficiente perché io possa dire che eri una persona positiva , che stava bene con i colleghi, disponibile e pronto ad aiutare, hai lasciato un buon ricordo, ci mancherai, ciao Federico.