Sono il  Presidente dell’Associazione Cuochi di Novara e VCO, Lorenzo era uno dei nostri associati più prestigiosi, uno dei nostri professionisti da portare ad esempio sempre, sia professionale che personali. 

Carattere bonario, disponibile, generoso con tutti, mai sentito sparlare di un collega o di qualsiasi altro. 

Io l’ho conosciuto solo una ventina di anni fa, quando stava finendo la sua brillante carriera, soprattutto sulle navi.  Un vero artista, amante della musica, appassionato d’auto d’epoca, scultore con la margarina,  

di vegetali e tra i primi a lavorare con il ghiaccio. 

Voglio ricordare solo due episodi: un congresso Nazionale a Pescara dove si esibiva in sculture di margarina e di ghiaccio, più che una esibizione è stata una gara perché aveva di fronte il grande Tommasi, leader internazionale soprattutto per le sculture vegetali,  e un esperto Giapponese. 

Ebbene con la sua tranquillità ed eleganza ne uscì alla grande. Per noi colleghi compaesani, un grande orgoglio.   

Ricordo anche una sera in televisione a To, ad un’esposizione di prodotti del territorio. Erano presenti le Provincie del Piemonte e  con i prodotti le associazioni avevano portato delle sculture di margarina per decorare i tavoli. Il Lorenzo aveva portato l’Isola Bella, una tavola di ca. 2 m x 1. Le pies erano esposte nella sala delle riprese tv, faceva un caldo incredibile, 24 – 25°, preoccupati abbiamo chiesto al Lorenzo se la margarina avrebbe tenuto, non si scioglierà? E lui tranquillo , terrà , terrà. 

A metà trasmissione le altre sculture cominciavano a lasciarsi, cadeva qualche pezzo, la sua no, è arrivata alla fine della trasmissione. 

Ciao Lorenzo, grande amico, grande maestro, sono sicuro che anche lassù ti vorranno già bene. 

Ciao Lorenzo , le berrette bianche ti salutano. 

 

Vittorio Stellini –  

Presidente Associazione Cuochi di Novara e VCO